Il sito utilizza cookie flash; utilizza anche cookie di tipo tecnico e di sessione, ma solo a carico dell'utente amministratore,unico ad aver accesso al pannello amministrativo LEGGI INFORMATIVA PRIVACY


Validazione dei Dati

Validazione dei Dati


Un dato chimico di qualità dell’aria, rilevato da una qualsiasi stazione fissa di un qualunque sistema di monitoraggio della qualità dell’aria attualmente in attività, si ottiene tramite un processo di formazione ben definito, di notevole complessità.
Dal campione di aria prelevato ed analizzato da uno strumento, automatico o manuale che sia, si genera alla fine di una complessa serie di atti professionali un dato di qualità dell’aria; tale dato che, in taluni casi può evidenziare una diminuzione della qualità dell’aria e quindi delle potenziali ripercussioni per la salute e/o sull’ecosistema, porta necessariamente gli Enti competenti a dover applicare provvedimenti esistenti o a pianificarne di nuovi per il futuro.
Tale attività amministrativa / programmatica generalmente trova motivazione, e riscontro, sui dati pregressi e non su quelli misurati il giorno precedente ed è solo l’applicazione amministrativa delle procedure informative che ha una evidente necessità di disporre di dati su base giornaliera.
L’attività informativa utilizza generalmente una prassi operativa che impone di non utilizzare il dato grezzo così come misurato, se non in situazioni specifiche e documentate, obbligando il gestore della rete a procedere alla validazione tramite operazioni a più stadi. L’accesso remoto ai dati misurati nelle stazioni, permette una prima validazione del dato chimico rilevato, individuando le evidenti situazioni anomale, per consentire le verifiche di legge previste per il mattino seguente il giorno del rilevamento.
Questa prima validazione non é in grado di individuare le anomalie meno evidenti che possono essere rilevate solamente dopo la valutazione dei dati di più giorni consecutivi (a volte anche settimane) o comunque dopo confronti con il personale tecnico o paragoni con quanto misurato da altre stazioni della rete. Queste modifiche di dati vengono generalmente effettuate sui dati dei giorni o delle settimane precedenti.
Ulteriori e particolari anomalie sui dati possono essere evidenziate solamente dall’osservazione contemporanea di molte stazioni per periodi lunghi (generalmente trimestri) e quindi possono solamente essere evidenziate a posteriori prima del "congelamento" del dato e della sua storicizzazione nel DataBase.
Il Sistema di Rilevamento della Qualità dell’Aria prevede che le modifiche subite dal dato (come l’informazione sul suo stato di validazione) siano memorizzate in un unico DataBase sul quale operano, in modo condiviso e concorrente, tutti gli utenti del sistema. In questo modo si elimina la ridondanza dei dati, poichè si evitano ripetizioni, e conseguentemente si elimina anche la possibilità di avere delle inconsistenze nelle varie copie, migliorando quindi la comunicazione dei dati stessi.
La Bi-Lab S.r.l. è il soggetto incaricato alla gestione e manutenzione di reti di rilevamento della qualità dell’aria, che valida quotidianamente (ove possibile) e con professionalità, i dati rilevati.
Si sottolinea come solo una elevata professionalità degli operatori tecnici, unitamente ad una buona dotazione di risorse tecniche, possono permettere di ottenere quei risultati di efficienza (90% dei dati validi) richiesti dalle normative nazionali e comunitarie.



Bi-lab.it P.IVA 02053751000 - Copyright by GENOMEGA